Italian

Contributo Regionale per la frequenza di asilo nido

mercoledì, 13 marzo 2019

 

La Regione promuove l'accesso a nidi, servizi educativi domiciliari, spazi gioco, centri per bambini e genitori e servizi sperimentali sostenendo le famiglie nel pagamento delle rette di frequenza

 

Si tratta di un beneficio economico per la riduzione delle rette degli asili nido e dei servizi integrativi (centri per bambini e genitori, gli spazi gioco e i servizi educativi domiciliari) o sperimentali per la prima infanzia.

 

Alle famiglie che iscrivono i bambini agli asili nido o agli altri servizi viene applicata una retta di frequenza ridotta: la differenza è rimborsata ai gestori dei nidi e dei servizi. 

 

______________________________________________________________

 

SCADENZE

 

Per avere la certezza di ottenere il beneficio (avendone i requisiti) occorre presentare la domanda entro il 31 maggio di ogni anno.

 

La domanda vale per l’anno educativo che inizia il 1° settembre dello stesso anno.

Le domande possono essere presentate anche dopo il 31 maggio di ogni anno: in questo caso non sono ammesse automaticamente al beneficio, ma vengono valutate in base alla disponibilità di risorse.

 

______________________________________________________________

 

La riduzione (cioè l'abbattimento delle rette) spetta al: 
- nucleo familiare con un unico figlio minore e ISEE pari o inferiore a euro 30.000 in cui almeno un genitore è residente o lavora nel territorio regionale da almeno un anno; 
- nucleo familiare con due o più figli minori e ISEE pari o inferiore a euro 50.000 in cui almeno un genitore è residente o lavora nel territorio regionale da almeno un anno; 
- madri di figli minori, residenti o che lavorino nel territorio regionale da almeno un anno, inserite in un percorso personalizzato di protezione e sostegno all’uscita da situazioni di violenza debitamente attestato, anche in assenza di presentazione di dichiarazione ISEE 
che hanno iscritto i bambini o i nascituri a un nido o a un servizio per la prima infanzia per una frequenza di almeno 30 ore al mese. 

I bambini possono essere iscritti a un nido o a un servizio anche per una frequenza mensile inferiore alle 30 ore: in questo caso l'ISEE della famiglia non deve superare i 10.000 euro.

 

Attenzione: non può beneficiare della riduzione chi ha iscritto il figlio alle cosiddette “ sezioni primavera” o “ ponte”. 

______________________________________________________________

 

Maggiori informazioni sul sito della Regione FVG